Dyotana – Ushas

Dyotana“L’Immortale Dea, riempie i vasti, alti e bassi posti: Lei distrugge tamas (buio spirituale) con la sua Luce.(Rig Veda x.127.2)”

Dea induista dell’alba e dell’aurora, Figlia del Cielo e sorella del Sole. E’ anche dea della poesia e a lei sono dedicati alcuni degli inni più poetici dei Veda. Viene anche chiamata Dyotana “colei che porta la luce”.

Ushas è l’amante, la fidanzata o la figlia del Surya di cui essa prepara la via. É anche fidanzata a Kandra (la Luna, che è di sesso maschile nella religione vedica).

A Ushas sono dedicati venti inni meravigliosi, pieni di impeto lirico, privi di quegli accenni sacrificali che appesantiscono spesso la poesia vedica. Ushas veste splendidamente; viaggia ogni mattino su di un carro trainato da due cavalli rossi e da due vacche rosee, ed è sempre inseguita invano dal Sole (surya).

Portatrice della prima luce del giorno, Ushas risveglia gli uomini, incitandoli alla bontà, alla giustizia e al proficuo lavoro; gli uomini, a loro volta, la implorano perchè conceda loro un buon cibo, prole, bestiame, ricchezza e lunga vita.

Ushas è una dea esaltata nel Rig Veda, ma meno evidente nei testi post-Rigvedici. Lei è ritratta come allontanatrice degli spiriti maligni della notte.

Venti dei 1.028 inni del Rig Veda sono dedicati a Ushas, ecco alcune invocazioni:

– Le albe radiose sono aumentati per la gloria, nel loro splendore bianco come le onde delle acque.

– Ella fa sentire tutto facile, gusto per viaggiare, e, magnanima, ha mostrato se stessa benigna e amichevole.

– Vediamo che Tu sei buona: lontano brillala LA tua stella; i tuoi raggi, i tuoi splendori sono volati alti in cielo.
Usha dà forza e la fama. Lei è quella che spinge la vita ed è associata con il respiro e la vita di tutti gli esseri viventi. Dyotana si muove con ordine cosmico, sociale e morale. Come l’alba, regolarmente ricorrente si rivela e partecipa all’ordine cosmico ed è il nemico delle forze caotiche che minacciano il mondo. Usha è generalmente ritenuta come una dea di buon auspicio associata con la luce e la ricchezza, ed è spesso paragonata a una mucca.

Nel Rig Veda è chiamata anche ‘la madre di vacche’ e come una mucca che produce il suo latte dalle mammelle, Usha mette a nudo i suoi seni per portare la luce al genere umano. Anche se lei è di solito descritta come una giovane e bella ragazza, è chiamata anche la madre degli dei.

Ushas, Lei è la mattina e il Risveglio, come forza risveglio è la Kundalini Shakti di epoche successive, che è la forza risveglio o Shakti del Sé o Atman. I suoi aspetti qui nel Rig Veda mostrano la sua natura quasi tantrica. Il suo Beeja mantra è Um.