Aurora boreale a Sommaroy, nord Norvegia 28 gennaio 2016

Aurora boreale a Sommaroy, nord Norvegia. Foto di Massimo Rodolfi
Aurora boreale a Sommaroy, nord Norvegia.
Foto di Massimo Rodolfi

Guardate che sacrifici mi tocca fare per voi! Eccomi ancora una volta in Norvegia, a cercare di immergermi nella magia dell’antica Iperborea, e a cogliere le ultime cose da raccontarvi nel seminario del 27 e 28 febbraio sull’Aurora Boreale. Oh Dio, proprio proprio sacrificio, come si dice, è una parola grossa, visto l’immenso piacere e la grande pace, che mi da, venire in questi luoghi, anche se in questo momento (sono ormai le due di notte), dal fiordo davanti alla casetta di legno nella quale mi trovo, soffia un vento che fa traballare e scricchiolare le assi della casa, in un modo che altri potrebbero trovare minaccioso. Devo dire invece, che io mi trovo a mio agio, in mezzo a questi elementi estremi, che ci fanno un po’ ricordare la nostra piccolezza dinnanzi al Creato.
Stasera la Danza degli Dei, ha mostrato solo un timido accenno del suo colore, perso tra l’infinito di un cielo terso di stelle, ma poco importa, perché comunque il nutrimento celeste, che ci proviene dal Sole, continua, nonostante la grettezza di tanta parte dell’umanità, e dei suoi parassiti. Gli uomini, troppo spesso, non sanno nemmeno dove sta di casa la bellezza della vita, e non lo dico con giudizio, ma solo col rammarico, di un eterno illuso, che vorrebbe vedere la vita glorificata, come forse un giorno non lontano si meriterà.
Ieri sera però, gli Dei del Sole e della Terra hanno danzato insieme, e io c’ero a vederli, nelle loro Vesti di Luce, a occupare lo spazio con la pienezza della loro vita. E certo, ho fissato in immagini, tante immagini, il loro danzare, ma prima ancora, quella danza si è impressa nel cuore, evocando qualcosa di antico, come le aurore su Sirio, o meglio sarebbe dire sul pianeta dal quale veniamo, dove tutto era di più, molto di più, e la Luce del Cuore della Stella, brillava sul viso di ognuno di noi.
Bene, stanotte il vento non ci darà tregua, ma il breve e leggero dormire, porterà con sé i sogni che il luogo sussurra… le balene tutto intorno, e gli Dei sopra il capo ammoniranno la Terra, che sorda però, continuerà il proprio cammino, incontro a un domani di superficiale leggerezza, e truffa per la vita. Ma è scritto che tutto questo avrà una fine, ed un vento impietoso porterà via con sé, e questa volta per sempre, le pretese infantili, ma criminali, di chi vuole asservire la Vita. Mettetevelo bene in testa, la Vita è più forte!

Un consiglio, guardatevi questo video


e guardatevelo in full hd, è veramente bello, è la prima volta che riesco a fare delle riprese di questo tipo, grazie alla Sony a7s

Per informazioni ed iscrizioni al corso  L’Aurora Boreale, la Danza degli Dei, del 27 e 28 febbraio 2016, che si terrà a Modena presso il circolo Arci “Il Torrazzo” in via Papa Giovanni XXII n. 10, potete scrivere a deva@dracoedizioni.it