humanlux

Sogni e Simboli “La Terra” – prima parte

Foto_di_Mauro_Colombaro_ArtLa Terra è il terzo pianeta in ordine di distanza dal Sole ed il più grande dei pianeti terrestri del sistema solare, sia per quanto riguarda la massa sia per il diametro. È il pianeta su cui vivono tutte le specie viventi conosciute, l’unico corpo planetario del sistema solare adatto a sostenere la vita: sulla sua superficie infatti si trova acqua in tutti e tre gli stati (solido, liquido, gassoso) e un’atmosfera composta in prevalenza da azoto e ossigeno. Questa, assieme al suo campo magnetico, la protegge dai raggi cosmici e dalla radiazione di origine solare (wikipedia). E’ il pianeta dove dovrebbe essere manifestato lo Yoga (unione) per eccellenza, dove tutte le varietà unite formano una sola entità.
La Terra con i suoi tre regni minerale, vegetale e animale è l’elemento alla base di tutta la natura ed in molte tradizioni è considerata sacra. Essa ci sostiene e ci nutre nel suo grembo materno: viene considerata infatti la nostra Madre, simbolo del principio femminile. Quando in lei poniamo un seme essa lo accoglie, lo nutre, lo rafforza fino a quando… dal piccolo seme nasce un fragile germoglio che cresce come un figlio nel secondo regno di natura, quello vegetale. Proprio come fa una madre con il feto: lo abbraccia con il suo corpo lo nutre con le sue sostanze fino alla nascita. Noi siamo i figli della terra. Pur essendo figli, noi stiamo uccidendo la nostra Grande Madre con l’indifferenza, col depredare le sue risorse, incuranti dello squarcio che procuriamo al suo corpo.

La Terra è contrapposta allo Spirito; lo Spirito si immerge nella Materia, essa è la parte più densa ma  indispensabile all’equilibrio e alla creazione  Divina. La sua energia femminile è Shakti, la Dea per eccellenza. Nella mitologia greca Terra era Gaia, che partorì tutti gli Dei.
All’interno della Terra troviamo le principali risorse naturali, le materie prime come il ferro, bronzo e rame, le risorse energetiche come il gas, il petrolio e carbone. Che dire poi dei bellissimi cristalli di quarzo! Il diossido di silicio di cui è composto il Cristallo è uno dei composti minerali più abbondanti della terra. Non solo forma parte della costituzione del pianeta ma è pure uno dei componenti del corpo umano. I cristalli con i loro magnifici colori e forme hanno qualità equilibranti e rigenerative.

Nell’elemento eterico della terra troviamo gli spiriti elementari che sono gli gnomi, sono conoscitori del regno sotterraneo, vivono nei boschi e nelle grotte. Il termine gnomo venne introdotto nella magia rinascimentale e nell’alchimia per indicare uno spirito ctonio (dal greco: [chthonios] sotterraneo, della terra).  Il loro elemento è appunto l’etere e solo quando lo desiderano gli gnomi si fanno vedere. Mi ricordo quando ne vidi uno, ero in un bellissimo bosco, vicino ad un ruscello di montagna, era in piedi con il suo vestito marrone e il suo buffo cappello a punta, il viso paffuto e le sue guance rosse.  Cercando di riprendermi dallo stupore e dalla sensazione di gioia, allungai la mano, per toccarlo e poterci  parlare, ma scomparve immediatamente. Delusa ma felice per quell’esperienza inaspettata, ringraziai e continuai il mio cammino, consapevole dell’attendibilità di certe leggende.

Nelle antiche religioni fortissimo era il legame con la terra,  una terra misteriosa, che governava la vita coi suoi cicli immortali, personificata in divinità dette, appunto, ctonie.
I nomi e i miti di queste divinità-madri furono dei più dissimili in tutto il bacino mediterraneo: da Ecate a Tellus, da Gea a Cerere, da Persefone ad Angizia. Ad ogni modo, tutte furono divinità femminili, che scandivano l’avvicendarsi delle stagioni naturali ed umane, che avevano potere su terremoti e vulcani, capaci di dischiudere i segreti di misteri e magie attraverso riti esoterici.
Nei sogni: Il simbolo del Sé Superiore nel sogno in forma di uomo, gnomo o animale, si presenta sempre in una situazione in cui lucidità, intelligenza, saggezza, soluzione, progettazione ecc. sarebbero necessari ma non possono provenire dai propri mezzi.
La parte superiore in noi, compensa questo stato di carenza spirituale con sogni capaci di colmare la lacuna.

Luciana Mologni

Luciana Mologni

Luciana Mologni nasce nel 1950 a Bergamo e nel 1966 si trasferisce a Milano dove la spinta alla ricerca di sé la porta a frequentare nel 1985 la scuola di psicodinamica a Milano. Dopo aver sperimentato alcune tradizioni e diversi corsi di perfezionamento e varie discipline olistiche, impara a conoscere le erbe lavorando in Erboristeria. Nel 1991 si trasferisce a Modena dove scopre la disciplina del Raja Yoga, l'antica Scienza dell'Essere improntata alla conoscenza del sé più profondo, secondo gli insegnamenti di Massimo Rodolfi. Frequenta dal 1998 la scuola triennale per terapeuti esoterici Energheia ed il master di perfezionamento Agnihotri. Dopo otto anni d'insegnamento in materie esoteriche, nel 2006 diviene docente di Energheia, la prima Scuola di formazione per terapeuti esoterici a Bergamo dove si è trasferita nel 2001. Attualmente è insegnante di Energheia, di meditazione e di per terapeuti esoterici Raja Yoga nell'ambito dell’associazione Atman.
Responsive Menu Clicked Image
Apri il menu