La scuola Energheia scalda i cuori

L’estate è ormai finita e le conferenze di presentazione di Energheia prima scuola italiana di formazione per Terapeuti esoterici sono ormai alle porte. Energheia è dislocata in 8 sedi sul territorio nazionale, e, per quanto mi riguarda sono impegnato nella sede di Roma nel formare la nuova classe che salperà alla conquista del “nuovo mondo” costituito dalla propria anima che, parole del fondatore Massimo Rodolfi, potrà essere stabilizzata nella coscienza di ognuno.

Molto è già stato fatto nei mesi precedenti, visto che la prima conferenza l’ho tenuta in febbraio in quel di Nettuno sul litorale laziale. Esperienza molto bella, lo stesso dicasi per tutti gli altri appuntamenti che si sono succeduti, appuntamenti nei quali ho avuto modo di raccontare di questo bellissimo viaggio nel quale si ha veramente la possibilità di cambiare in meglio, maturando maggiormente quella responsabilità che deve animare ogni serio ricercatore dello spirito.

Definire lavoro questa attività lo trovo improprio, perché si tratta di una vera e propria passione, una scintilla che è scoccata tanto tempo fa e che ancora mi anima nel cercare di scaldare i cuori di coloro che hanno la ventura di venire ad ascoltarmi. Mi piace veramente tanto parlare alle persone che, anche se molto spesso sembrano essere lì per caso, in effetti non lo sono, perché sono attratte da qualcosa che neanche loro conoscono, almeno razionalmente, un qualcosa che nella maggior parte dei casi le fa essere attente, richiamate da una percezione profonda, direi quasi intima.

Negli anni questa passione è sempre aumentata, di pari passo con il piacere e la gioia di comunicare la possibilità di visitare mondi della propria coscienza, mondi inesplorati che, nel momento in cui vengono portati alla luce, li si potrà riconoscere come parti di sé che finalmente potranno essere accolte. Mi rendo anche conto che il piacere nasce da una minore aspettativa, non più legata pesantemente al bisogno che questa o quella persona si iscriva, ma semplicemente al piacere di seminare, conscio del fatto che prima o poi qualcosa germoglierà nei tempi e nei modi che è nelle corde della progettualità dell’anima.

Agire senza aspettarsi i frutti del proprio agire, questa frase è veramente un fondamento dell’anima, non che io sia in grado di aderire completamente a questa affermazione, ma sentire che questo viene riconosciuto sempre più dalla mia coscienza, mi da una pace che a volte quasi mi “spaventa”. Ho già visto molti volti e toccato altrettanti cuori, qualcuno si è già iscritto, altri ci stanno pensando, con altri ci dovrò fare quattro chiacchiere, mentre altri sono magari ignari della brace che alberga in loro e che magari si infiammerà a breve… chi può dirlo.

Mi piace molto l’esoterismo, e ho imparato ad amarlo attraverso l’insegnamento di Massimo Rodolfi che mi ha comunicato che nulla deve essere imposto. Quando tengo una conferenza mi ritrovo a comunicare spesso, se non sempre, perché a volte sono anche pedante, che l’essere ancora lì da parte mia, è dovuto al fatto che nulla mi è mai stato imposto e che ho visto trattare le persone da parte di Massimo Rodolfi allo stesso modo, sia che fossero lì da 5 minuti o da vent’anni e più.

Direi che nel panorama spirituale odierno non credo siano molti, se non rarissimi, i luoghi dove questo può avvenire, unito al fatto che Energheia migliora le vite alimentandole con una consapevolezza che diviene irrinunciabile. Ho frequentato Energheia da allievo nel 1996 e ne sono divenuto insegnante nel 2006, e se devo essere sincero non ho ancora ben capito come funziona questa scuola…

Ma come ripeto spesso ai miei allievi, che magari hanno fatto tante cose di cui pensavano di aver capito tutto, per poi verificare nelle proprie vite che poi poco o nulla cambiava, con Energheia magari si capisce “poco”, ma quel “poco” consente di stravolgere piacevolmente le esistenze conducendole verso il Buono, il Bello ed il Vero.

A questo punto se volete approfondire le finalità ed il programma della scuola Energheia vi rimando a questo link: http://www.yogavitaesalute.it/scuola-energheia consigliandovi anche di verificare se una conferenza di presentazione di Energheia passerà dalle vostre parti. Se così fosse, i miei colleghi ed io, vi attendiamo per parlarvi di un Sentiero che vi farà scoprire la vostra anima e soprattutto vivere come anime.

Se vorrete venirci a conoscere vi ricordiamo che Energheia è presente in 8 sedi, Torino, Milano, Bergamo, Modena, Padova, Firenze, Roma e Lecce, e questo è il link http://www.yogavitaesalute.it/categorie-eventi/yoga-vita-e-salute-yvs/ che vi rimanda a tutti gli appuntamenti di presentazione. Se così non fosse, parole di Massimo Rodolfi, possa la vita darvi sempre ciò di cui avete bisogno.

Ti potrebbe interessare

Graziano Fornaciari

Graziano Fornaciari

Graziano Fornaciari nasce nel 1961 a Modena, vivendo un'infanzia ed un'adolescenza nella continua ricerca di un'armonia percepita come possibile. Diplomatosi come perito termotecnico, radica, attraverso quest'esperienza, la necessità di amalgamare, per un fine comune, gli elementi della natura: terra, acqua, fuoco, aria. In seguito, partecipa a corsi di comunicazione, nei quali prende contatto con la propria emotività, percependo la necessità di viverla con distacco. La ricerca delle cause della sofferenza lo conducono alla pratica della meditazione, attraverso il Raja yoga, all'interno dell'associazione Atman, di cui diviene insegnante nel 1997. Si iscrive nel 1996 a Energheia, prima scuola italiana di formazione per terapeuti esoterici, diplomandosi nel 1999. Ne diviene insegnante nel 2006 e adesso lavora presso le sedi di Modena e Roma, dedicandosi, consapevole della propria imperfezione, al conseguimento di una maggiore innocuità nei confronti della Vita, nel rispetto di se stesso e degli altri. Inoltre, cura una sezione all'interno della rivista esoterica, on-line “Il Discepolo” prima emanazione della Draco Edizioni casa editrice di divulgazione esoterica. Collabora anche, al portale web Yoga, Vita e Salute.