La gerarchia angelica

gerarchie-angelicheIn questo articolo e nei successivi dedicati alla gerarchia angelica, sono ricorsa al bellissimo trattato di Mario Rizzi e ai libri di Alice Bailey; nel procedere nella ricerca mi sono resa conto quanto sia importante conoscere queste figure bellissime che sono gli Angeli, e quanto poco conosciamo della vera funzione che hanno nella nostra vita.

Sarà un piccolo sunto essendo la letteratura angelica enorme, cercherò di guardare gli aspetti più comuni della nostra tradizione, le conoscenze esoteriche, con la consapevolezza della mia ignoranza a rispetto di queste Grandi eccelse Entità.

Al primo posto vi è la fondatrice del movimento teosofico, la russa Helena Petrovna Blavatsky (1831-1891), che nella sua opera La Dottrina Segreta riporta molto materiale riguardo alle gerarchie invisibili. Secondo la Blavatsky l’universo è un’unità vivente composta da schiere di esseri viventi, che provvedono al governo dell’universo attraverso l’attuazione delle leggi eterne.

Per la Teosofia tutti gli esseri viventi sono divisibili in sette tipi principali secondo le loro caratteristiche. Questi vari gruppi di esseri viventi costituiscono un’unità in cui ogni componente è intimamente in rapporto con tutti gli altri. Ciascuna gerarchia comprende quella al di sotto di essa e quella al di sopra. Per la Società Teosofica vi sono dunque gerarchie di esseri superiori all’umanità, dai quali sono venuti i Maestri o le Guide, e gerarchie inferiori, da cui l’umanità ha preso le qualità del suo essere. La Blavatsky afferma che l’infinita varietà dei colori, delle forme, dei ritmi di crescita nell’Universo hanno origine nelle diverse nature dei grandi esseri che si manifestano non appena inizia il processo cosmico del divenire.

La gerarchia angelica o Angeli sono gli abitanti di un regno intermedio tra Dio e l’uomo e come tali colmano un vuoto e, nel loro contatto col mondo umano, possono assumere forme assolutamente imprevedibili.

Forse il nome stesso, Angelo, è improprio rispetto alle im­mense possibilità di questi Esseri. Pur derivando dal greco “anghelos”, che significa nunzio, messaggero, gli Angeli sono molto più che semplici portatori di notizie. Sono veri e propri esecutori della volontà divina. Troveremo sotto la loro giurisdizione ed il loro controllo, ogni cosa che esista nell’immensità della creazione.

Il termine orientale “Deva” con cui le creature Angeliche ven­gono definite, esprime con grande efficacia la loro essenza. “De­va” deriva dal sanscrito “risplendente” o più precisamente “essere di luce”. La sua radice etimologica è “dyaus” che, nella nostra lingua, si può tradurre con “piccola divinità”. In effetti, nella concezione orientale, il Deva è una sorta di divinità minore, legata molto spesso alle cose ed alle forze della natura.

Esistono innumerevoli schiere di Grandi Esseri che congiungono i vari Mondi uno con l’altro; ed i vari Esseri che vi appartengono, evolvono mentre aiutano l’evoluzione delle creature a loro inferiori. Queste Vite senza numero, che si trovano al di sopra e al disotto dell’uomo, vengono in contatto con la mente umana in modi ben definiti, fra i quali i suoni ed i colori. Ogni suono, nei Mondi invisibili, possiede una forma, e le diverse combinazioni di suoni creano forme complicate. Nella materia sottile di quei Mondi tutti i suoni sono accompagnati da colori, che creano forme variopinte, a volte bellissime.

Così, come vi sono Esseri a noi superiori, ve ne sono altri che nel piano evolutivo si trovano al di sotto di noi. Essi sono: gli animali, le piante, i minerali e le vite elementali, ovvero le microscopiche creature che creano il corpo fisico delle cose.

L’uomo, Intelligenza vivente ed essere cosciente di sé, ha il suo posto speciale in questa Ruota che gira continuamente mossa dalla Volontà divina. Quando la Bibbia dice che “In Dio viviamo, ci muoviamo ed abbiamo il nostro essere” (Atti 17:28), esprime una grande verità, poiché nessuno di noi potrebbe esistere al di fuori di queste Grandi Intelligenze che pervadono e sostengono il nostro Mondo con la Loro Vita. Tutti noi siamo, l’espressione della nostra Anima o Angelo Solare.

Ti potrebbe interessare

Luciana Mologni

Luciana Mologni

Luciana Mologni nasce nel 1950 a Bergamo e nel 1966 si trasferisce a Milano dove la spinta alla ricerca di sé la porta a frequentare nel 1985 la scuola di psicodinamica a Milano. Dopo aver sperimentato alcune tradizioni e diversi corsi di perfezionamento e varie discipline olistiche, impara a conoscere le erbe lavorando in Erboristeria. Nel 1991 si trasferisce a Modena dove scopre la disciplina del Raja Yoga, l'antica Scienza dell'Essere improntata alla conoscenza del sé più profondo, secondo gli insegnamenti di Massimo Rodolfi. Frequenta dal 1998 la scuola triennale per terapeuti esoterici Energheia ed il master di perfezionamento Agnihotri. Dopo otto anni d'insegnamento in materie esoteriche, nel 2006 diviene docente di Energheia, la prima Scuola di formazione per terapeuti esoterici a Bergamo dove si è trasferita nel 2001. Attualmente è insegnante di Energheia, di meditazione e di per terapeuti esoterici Raja Yoga nell'ambito dell’associazione Atman.