Gerarchia Angelica Principati

angeli pricipiatiI Principati sono il primo coro della terza Gerarchia Angelica. Alla terza sfera appartengono quegli angeli che assolvono la funzione di messaggeri del Cielo. Sono coloro che possiedono un carattere sovrano con potere di comando entro l’ordine divino. L’etimologia del nome viene dal latino Principatus e dal greco ἀρχή ( Archè). I Principati o, ( come alcuni li chiamano, “Regnanti”) collaborano con le Potestà nella gestione della politica umana, ricevendo gli ordini direttamente dalle Dominazioni.
Sono superiori per una superiorità di fortezza, forti nel compiere miracoli, nell’attirare i doni celesti e nel ridistribuirli dopo averli ricevuti, si dice che alla fine del mondo le ” potenze dei cieli saranno sconvolte “, in quanto per la loro attività si compiranno cose meravigliose sugli elementi. Ci dobbiamo adattare a questi spiriti quando desideriamo essere forti nel lottare contro i vizi, profondi nella conoscenza delle cose divine, riconoscenti nell’accogliere i doni.

Anche Dante li cita nella Divina Commedia e dice: «Poscia ne’ due penultimi tripudi,Principati e Arcangeli si girano; l’ultimo è tutto d’Angelici ludi.» ( Divina Commedia, Paradiso, XXVIII, 124-126)

I Principati sono i protettori delle manifestazioni religiose e di culto che stabiliscono e conservano i legami tra creature e Creatore; costituiscono il ponte tra la manifestazione materiale e l’essenza spirituale.  Esseri angelici dalla forma simile a raggi di luce, i Principati  esercitano i loro influssi dall’orbita di Venere, si trovano oltre il gruppo degli Arcangeli. Sono gli spiriti della storia e del tempo, guardiani e protettori delle nazioni e delle contee, e di tutto quello che concerne i loro problemi ed eventi, inclusa la politica, i problemi militari, il commercio e lo scambio.

Assieme agli Arcangeli sono a stretto e continuo contatto con gli uomini, designando e scegliendo gli individui adatti a governare, amministrando e favorendo il commercio e gli affari militari. Credo che il loro lavoro di questi tempi sia davvero difficile, considerando come il nostro Mondo oggi sia in difficoltà.
Secondo l’angiologia cristiana ed ebraica dunque ogni regione, provincia, nazione, città o villaggio ha il proprio Principato o Regnante.

Nella Bibbia prima lettera di Pietro ( 3,21-22) “Egli ( Cristo) ora si trova in cielo, accanto a Dio, e regna sopra tutti gli angeli, il Quale è alla destra di Dio, dopo essere salito al cielo e aver ottenuto la sovranità sugli angeli, i Principati e le Potenze”.

Una tradizione ebraica afferma che fu uno di essi (per precisione, il Principato Hamiel) a trasportare Enoch direttamente in Paradiso. Sempre secondo questa credenza, il Principato Cervill sostenne e favorì Davide nella battaglia contro Golia.
Così come gli Angeli e gli Arcangeli, i Principati, non essendo di fronte a Dio come invece sono le gerarchie superiori, si occupano direttamente ed esclusivamente degli uomini e degli affari terreni.
Sono dunque loro che “creano” circostanze per favorire la divina Provvidenza o per rendere le nazioni protette.
Nei testi esoterici ritroviamo i Principati o Spiriti del tempo, collocati nella personalità, e la loro caratteristica è : Volontà, Corpo mentale, Fuoco elettrico, Mente inferiore e Pensiero. I Principati assieme alle Potenze sono esperti nella formazione di corpi di « materia mentale », come noi stiamo diventando esperti nel costruire corpi di materia fisica-spirituale. È attraverso la nostra mente concreta che i Principati si esprimono, per mezzo di Essi noi riusciamo a formulare i nostri concetti, quindi, più i nostri pensieri sono autentici, maggiormente, la bellezza di queste Angeliche entità sarà visibile. Possiamo dunque dire che è la terza gerarchia angelica quella che sta un grado più su degli uomini, che ha il compito di vegliare su tutto lo svolgimento del filo umano che, per l’uomo, passa attraverso le successive reincarnazioni.

In un’anima di popolo vive e opera quello che chiamiamo uno spirito del fuoco o un Arcangelo. Esso regola per così dire il rapporto del singolo uomo con l’insieme di un popolo o di una razza.

Gli spiriti del tempo o Principati, comprendono qualcosa che trascende un singolo popolo, una singola razza. Lo spirito di un’epoca non è limitato a questo o a quel popolo, sorpassa i limiti dei popoli. Ai Principati deve ascriversi ad esempio il fatto che in certe epoche sorgano sulla nostra Terra, determinate personalità umane.

Ebbene, quello che si chiama realmente lo spirito del tempo, lo spirito di un’epoca, è il corpo spirituale delle archai, o Principati, o spiriti della personalità.

Le entità che chiamiamo, Principati, le possiamo intravedere, nel rapido folgorare del fulmine e possiamo pensare: là dentro v’è qualcosa del corpo dei Principati, in quei baleni si vedrà il riflesso degli spiriti della personalità, perché là Essi hanno il loro corpo fisico. Un simile corpo fisico non può vivere che nel fuoco, solo nelle fiamme del fuoco si può percepire il corpo fisico delle Principati. Per similitudine possiamo considerarle come l’elemento Fuoco, collocato nel chakra Manipura nel quale si manifesta. Nel Rig Veda così esprime questo grande elemento: “… Agni, è la sorgente di tutto ciò che dà luce e calore. Dì modo che vi sono differenti specie di Agni ; ma “qualunque altro fuoco possa esserci, non è che una ramificazione di Agni, l’immortale”. (Rig Veda, L, 59 1).

 

Bibliografia:

  • Dal Trattato del Fuoco Cosmico, Alice Bailey
  • Le Gerarchie Spirituali, Rudolf Steiner
  • La Cosmogonia, Max Heindel
  • La Bibbia edizione Paoline

Ti potrebbe interessare

Luciana Mologni

Luciana Mologni

Luciana Mologni nasce nel 1950 a Bergamo e nel 1966 si trasferisce a Milano dove la spinta alla ricerca di sé la porta a frequentare nel 1985 la scuola di psicodinamica a Milano. Dopo aver sperimentato alcune tradizioni e diversi corsi di perfezionamento e varie discipline olistiche, impara a conoscere le erbe lavorando in Erboristeria. Nel 1991 si trasferisce a Modena dove scopre la disciplina del Raja Yoga, l'antica Scienza dell'Essere improntata alla conoscenza del sé più profondo, secondo gli insegnamenti di Massimo Rodolfi. Frequenta dal 1998 la scuola triennale per terapeuti esoterici Energheia ed il master di perfezionamento Agnihotri. Dopo otto anni d'insegnamento in materie esoteriche, nel 2006 diviene docente di Energheia, la prima Scuola di formazione per terapeuti esoterici a Bergamo dove si è trasferita nel 2001. Attualmente è insegnante di Energheia, di meditazione e di per terapeuti esoterici Raja Yoga nell'ambito dell’associazione Atman.