Gerarchia Angelica gli Angeli

gerarchia angelica amgeliGli Angeli, appartengono all’ordine più basso della gerarchia Angelica e sono i più familiari agli uomini, poiché sovraintendono a tutte le loro occupazioni. Sono i Custodi delle singole entità, siano queste esseri umani, appartenenti ai regni vegetale e minerale, oppure oggetti costruiti dall’uomo. Risiedono infatti nello spazio cosmico più prossimo alla Terra, quello della Luna.

All’interno della categoria degli Angeli, ci sono differenze di molti tipi, sono i Costruttori delle forme all’interno dei quattro elementi e dell’etere cosmico che li contiene. In pratica, si occupano di mantenere correttamente saldo nella materia il Progetto Divino, lasciando all’Uomo la possibilità, tramite il libero arbitrio, di far progredire ed evolvere tale Progetto. Essi sono i custodi del Karma (destino) individuale, attenti che il progetto dell’ANIMA ,venga svolto nei tempi prestabiliti.

La categoria degli Angeli è dunque quella più vicina agli esseri umani ed opera direttamente sulla loro natura energetica. Da questa sfera guidano la vita della singola individualità che passa da un’incarnazione all’altra.

La figura dell’Angelo, nella tradizione cristiana ed ebraica, ricopre una posizione di grande importanza.
Siamo ormai abituati ad osservare, nelle nostre cattedrali e chiese, miriadi di spiriti celesti volteggiare sopra le volte, statue di Angeli ed Arcangeli che si erigono a ridosso dei muri con sguardo austero, sorreggendo pergamene o spade; Serafini e Cherubini che accompagnano Santi, Beati e Profeti nei dipinti. Così si esprime Matteo nel versetto 18:10 << Gli angeli dei bambini sono perennemente al cospetto del Signore>>. Ai nostri bimbi insegniamo che accanto a loro c’è un Angelo custode che li protegge e li sorregge nei momenti di difficoltà. E nella Bibbia <<Sulle loro mani ti porteranno perché non inciampi nella pietra il tuo piede>> (Salmo 90,11-12) e di condurlo verso la patria del cielo: “Ecco, io mando un Angelo davanti a te per custodirti sul cammino e per farti entrare nel luogo che ho preparato” (Libro dell’Esodo 23,20-23). Questo ultimo coro degli Angeli possiamo dire che è quello più sentito della nostra tradizione, e a buona ragione, nella nostra immaginazione vediamo questi Angeli, bellissimi, con le loro ali aperte a sorreggerci, nelle difficoltà e nei momenti bui della nostra vita.

Negli scritti esoterici, gli Angeli custodi, li vediamo designati all’interno della personalità come: Attività, Corpo fisico, Fuoco d’attrito e Prana. Essi agiscono principalmente dal piano eterico della nostra terra e come abbiamo visto nei precedenti articoli, il loro dominio arriva fino alla Luna. Il loro corpo più denso è fatto di etere, e tale era nel Periodo lemuriano, quando gli Angeli erano umani.

Nell’Epoca antica detta Lemuria, un nuovo passo fu fatto. Nella natura nessun processo è repentino, ma alla metà dell’Epoca Lemuriana, quando la parte inferiore della personalità – il triplice corpo – doveva essere dotato della luce dell’Ego, questo, se lasciato a se stesso, sarebbe stato assolutamente incapace di guidare i propri veicoli. Era perciò necessario che qualche entità più evoluta aiutasse l’uomo e gradatamente preparasse la via per completare l’unione coi propri veicoli. In aiuto all’uomo furono gli Angeli che operarono nel corpo eterico dell’uomo, degli animali e delle piante. Sappiamo che l’uomo, quale oggi ci sta dinanzi, è composto delle quattro parti costitutive della natura umana. L’uomo si compone cioè di corpo fisico, corpo eterico, corpo astrale, mentale – Causale ( Anima) . Sappiamo come egli proceda nel suo sviluppo, come l’Anima agisca dall’interno modificando i suoi corpi per sottometterli al suo completo dominio. I corpi dominati dall’Io, sono Sé Spirituale o manas. Lo stesso avviene del corpo eterico. Quando l’Angelo Solare opera con forze ancor più possenti, vince le resistenti energie del corpo eterico, e il corpo eterico trasmutato è eterico – Buddhi. Quando poi l’Anima signoreggerà il corpo fisico, quando vincerà le forze che più fortemente oppongono resistenza, quelle del corpo fisico, allora l’uomo avrà in sé anche l’uomo-spirito o Atma. Avremo così un uomo composto di sette parti costitutive, un uomo che avrà persino trasmutato il suo corpo fisico in Atma (uomo-spirito). All’esterno il corpo fisico apparirà come corpo fisico, internamente sarà del tutto dominato e infiammato dalla propria Anima. Il corpo eterico sarà allo stesso tempo corpo eterico e Buddhi, e il corpo astrale sarà contemporaneamente corpo astrale e Sé spirituale o manas. In tutti l’Io sarà divenuto dominatore. Quando l’uomo è giunto tanto in alto da essere completamente padrone di sé, da aver totalmente dominato il corpo fisico, allora ha davanti a sé gradini ancora più elevati da raggiungere. Possiamo dire che dominando e trasformando le parti oscure dentro di noi, dominiamo gli Angeli, divenendo Angeli Solari o Anime che camminano sulla terra, che bel Mondo sarà allora.

Ti potrebbe interessare

Luciana Mologni

Luciana Mologni

Luciana Mologni nasce nel 1950 a Bergamo e nel 1966 si trasferisce a Milano dove la spinta alla ricerca di sé la porta a frequentare nel 1985 la scuola di psicodinamica a Milano. Dopo aver sperimentato alcune tradizioni e diversi corsi di perfezionamento e varie discipline olistiche, impara a conoscere le erbe lavorando in Erboristeria. Nel 1991 si trasferisce a Modena dove scopre la disciplina del Raja Yoga, l'antica Scienza dell'Essere improntata alla conoscenza del sé più profondo, secondo gli insegnamenti di Massimo Rodolfi. Frequenta dal 1998 la scuola triennale per terapeuti esoterici Energheia ed il master di perfezionamento Agnihotri. Dopo otto anni d'insegnamento in materie esoteriche, nel 2006 diviene docente di Energheia, la prima Scuola di formazione per terapeuti esoterici a Bergamo dove si è trasferita nel 2001. Attualmente è insegnante di Energheia, di meditazione e di per terapeuti esoterici Raja Yoga nell'ambito dell’associazione Atman.