humanlux

Gerarchia Angelica Cherubini

Gerarchia angelica cherubiniI Cherubini fanno parte della prima Gerarchia Creatrice, possiamo dire che sono il secondo aspetto; sviluppano le idee trasmesse dai Serafini. I Cherubini sono menzionati sia nell’antico testamento che nel nuovo testamento, come messaggeri del Signore degli Eserciti, e nell’Apocalisse si trovano insieme agli anziani della Legge.
“Erano gli stessi esseri viventi che avevo visto sotto il Dio d’Israele presso il fiume Chebar; riconobbi che erano Cherubini. Ognuno di essi aveva quattro facce, ognuno quattro ali; sotto le loro ali appariva la forma di mani d’uomo”. Ezechiele 10:20-21

“Possiedono ali (rapidità), piedi (movimento) e mani (tocco), tanti occhi, quattro facce (Ezechiele 1:15)

“Le facce sono di uomo, di leone, di bue, di aquila: “Nel centro appariva la forma di quattro esseri viventi; e questo era l’aspetto loro: avevano aspetto umano. Ognuno di essi aveva quattro facce e quattro ali. I loro piedi erano diritti, e la pianta dei loro piedi era come la pianta del piede di un vitello; e brillavano come il bagliore del rame lucente. Avevano mani d’uomo sotto le ali, ai loro quattro lati; tutti e quattro avevano le loro facce e le loro ali. Le loro ali si univano l’una all’altra, camminando non si voltavano; ognuno camminava diritto davanti a sé. Quanto all’aspetto delle loro facce, essi avevano tutti una faccia d’uomo, tutti e quattro una faccia di leone a destra, tutti e quattro una faccia di bue a sinistra, e tutti e quattro una faccia d’aquila. Le loro facce e le loro ali erano separate nella parte superiore; ognuno aveva due ali che s’univano a quelle dell’altro, e due che coprivano loro il corpo. Camminavano ognuno diritto davanti a sé; andavano dove lo Spirito li faceva andare, e, camminando, non si voltavano”. Ezechiele 1:5-12

Nell’antico testamento sono i protettori del giardino: “Così egli scacciò l’uomo e pose a oriente del giardino d’Eden i Cherubini, che vibravano da ogni parte una spada fiammeggiante, per custodire la via dell’albero della vita”. Genesi 3:24

Sono i protettori dell’Est, Ovest, Nord e Sud, i quattro punti cardinali della Terra.
La presenza di Dio era in mezzo a loro: “Il Signore disse a Mosè: ‘Parla ad Aaronne, tuo fratello, e digli di non entrare in qualsiasi tempo nel santuario, di là dalla cortina, davanti al propiziatorio che è sull’arca, affinché non muoia; poiché io apparirò nella nuvola sul propiziatorio’”. Levitico 16:2

Le descrizioni contenute in testi come la scienza occulta, sono da intendersi solo come cenni o abbozzi sommari, essendo infiniti i dettagli e i particolari occorrenti per la descrizione della globalità dei fatti, in cui questi grandi Esseri governano.
Essi, sono per la tradizione esoterica l’aspetto di Amore – Saggezza, il fuoco solare, luce e amore spirituale, la loro vibrazione mette in movimento l’energia statica delle idee divine, tenute dai Serafini. Risiedono sul secondo piano della creazione Divina: il piano Anupadaka o Monadico, il piano dove risiedono le Monadi (scintille Divine). I Cherubini hanno il compito di elaborare e sviluppare in saggezza le mete e le idee ricevute dalle Divinità supreme. I Cherubini sono dunque spiriti di suprema sapienza, capaci di tradurre in disegni realizzabili i suggerimenti dati loro dai Serafini.

Abbiamo dodici forze che appartengono al regno dei Cherubini e che devono compiere la loro missione nell’universo, quello che oggi così materialmente si chiama lo zodiaco va riconnesso alla cerchia dei Cherubini.
La loro attitudine è ricevere il dono di luce più alto e contemplare la dignità del Principio divino nella sua potenza originaria; la loro capacità di riempirsi del dono della saggezza e di comunicarlo a quelli del secondo ordine. È in questa sfera che una parte dei Cherubini rifiutarono il dono che i Troni inviavano per potersi unire a loro, con il loro rifiuto “nacque” la dualità e la facoltà del libero arbitrio. Ossia la luce Luciferica di cui Lucifero è definito il principe delle tenebre.

La funzione della cooperazione di Cherubini e Troni è quella d’ irradiare dai loro corpi il germe del corpo eterico, rendendolo capace di interpenetrare il corpo fisico e dando al germe il potere di provocare la crescita, la propagazione, e di eccitare i centri sensori del corpo fisico, causandone il movimento. In breve, dettero in germe al corpo eterico tutte le facoltà che esso sta ora svolgendo per diventare un duttile e perfetto strumento al servizio dello Spirito. Per fare questo ci vollero migliaia di anni e la scienza esoterica le chiama periodi o ronde di evoluzione.

Questi pochi accenni alla vera funzione dei Cherubini possono dare l’idea delle infinite possibilità che la sfera creatrice dei Cherubini ha sulla manifestazione Divina e nelle nostre vite.

Luciana Mologni

Luciana Mologni

Luciana Mologni nasce nel 1950 a Bergamo e nel 1966 si trasferisce a Milano dove la spinta alla ricerca di sé la porta a frequentare nel 1985 la scuola di psicodinamica a Milano. Dopo aver sperimentato alcune tradizioni e diversi corsi di perfezionamento e varie discipline olistiche, impara a conoscere le erbe lavorando in Erboristeria. Nel 1991 si trasferisce a Modena dove scopre la disciplina del Raja Yoga, l'antica Scienza dell'Essere improntata alla conoscenza del sé più profondo, secondo gli insegnamenti di Massimo Rodolfi. Frequenta dal 1998 la scuola triennale per terapeuti esoterici Energheia ed il master di perfezionamento Agnihotri. Dopo otto anni d'insegnamento in materie esoteriche, nel 2006 diviene docente di Energheia, la prima Scuola di formazione per terapeuti esoterici a Bergamo dove si è trasferita nel 2001. Attualmente è insegnante di Energheia, di meditazione e di per terapeuti esoterici Raja Yoga nell'ambito dell’associazione Atman.
Tags: , , ,
Responsive Menu Clicked Image
Apri il menu