humanlux

Relazionarsi con se stessi

001Psicolo_settYVSArtSe soffriamo magari è venuto il momento di fare qualcosa. Mi sembra palese che l’umanità si sta abituando a vivere meccanicamente allontanandosi sempre più da se stessa. Ciò limita la possibilità di incidere nel mondo di relazione. Gli effetti di questa modalità di vivere si palesano attraverso la paura, la frustrazione, l’ansia e l’irritazione. Stati d’animo così penosi favoriscono l’alienazione e la fuga da stessi stabilendo così un circolo vizioso. Anche senza spenderci troppe parole si comprende che tutto ciò non è bene anzi è “il male che fa male”. In questo modo stiamo bloccando la comunicazione tra noi e il mondo. Adesso veniamo alle belle notizie. Interrompere questo circolo vizioso è possibile. Innanzitutto è necessario ripristinare la relazione con se stessi aprendo un canale di comunicazione con certe aree della coscienza, in modo che l’attività interiore divenga sempre più consapevole.

Tutto ciò si può fare orientando lo sguardo verso noi stessi. In pratica possiamo iniziare leggendo dei pensieri luminosi e ponendoci delle semplici domande. Poi il lavoro, affinché divenga efficace, dovrà proseguire nella direzione dell’ascolto di cosa si muove all’interno della coscienza. La capacità di essere sintetici facilita la relazione con il mondo e con se stessi. Per una comunicazione efficace è opportuno condensare in brevi frasi concetti più estesi. Il comico, il pubblicitario e l’autore di testi conoscono bene la presa che ha sul pubblico la frase ad effetto. Tutto ciò era ben conosciuto anche nell’antichità.

Studiando la storia delle religioni si evince che la Tradizione da sempre utilizza il potere invocativo della parola. Negli antichi sacrifici vedici, come nella celebrazione della messa cattolica, il sacerdote quando espleta la funzione religiosa utilizza certi versi rituali affinché le forze a cui si rivolge compiano quella trasformazione che si realizza prima nella purificazione e successivamente nell’identificazione del partecipante con ciò che è stato invocato. In questi casi, come in ogni attività, la comunicazione si manifesta attraverso un flusso continuo triangolare che è composto da un soggetto, un oggetto e un mezzo della comunicazione. Dando per scontato quello che viviamo interrompiamo il flusso vitale che unisce la nostra vita. Per riprendere il filo della comunicazione è necessario farci toccare dalla vita e ascoltare cosa succede dentro di noi. Ma di questo ne scriverò un’altra volta…

Luca Tomberli

Luca Tomberli

Luca Tomberli nasce nel 1969 a Firenze. Negli anni Novanta, spinto dalla percezione della sofferenza, dopo aver sperimentato alcune tradizioni buddiste, varie discipline olistiche e degli approcci psicologici, inizia a praticare il Raja Yoga, l'antica scienza dell'essere improntata alla conoscenza del sé più profondo. L’incontro con Massimo Rodolfi segnerà in maniera inequivocabile il suo percorso. Fino a quel momento, il bisogno d’integrazione della spiritualità nel quotidiano, sembrava destinato a non essere soddisfatto del tutto. Nonostante avesse frequentato diversi gruppi legati in vario modo alla consapevolezza, non aveva ancora percepito quel senso di unità e appartenenza alla Tradizione che andava cercando e che invece gli viene rivelato dagli insegnamenti di Massimo Rodolfi. Nel 1999 dopo aver frequentato Energheia, la prima scuola di formazione per terapeuti esoterici, e soprattutto avendo sperimentato il cambiamento positivo della propria vita sente l’esigenza di diffondere quegli strumenti utili per comprendere meglio se stessi. Così inizia ad insegnare materie esoteriche per l’associazione Atman . Nel 2006 insieme ad altri compagni di viaggio contribuisce a fondare sette sedi della scuola Energheia che vanno ad aggiungersi alla preesistente sede nazionale. Attualmente, sempre più desideroso di praticare l’innocuità creando insieme ad altri, presta la sua attività nell’ufficio stampa del portale YogaVitaeSalute, scrive per la rivista esoterica il Discepolo e per YogaVitaeSalute, insegna per la scuola Energheia nelle sedi di Milano e Roma ed organizza corsi di meditazione e di Raja yoga in Toscana.
Responsive Menu Clicked Image
Apri il menu