Laudato sii…

laudato-siiEmanazioni incessanti di forze producono inevitabili effetti procedendo in un’unica onda di energia che investe ogni aspetto della nostra vita. Questi sono i presupposti della Scienza Esoterica.

Indicibili moti di Energia attraversano tutto il Creato inondando galassie, stelle e pianeti, arrivando fino alla Terra e passando per un cielo ora non più azzurro e pulito, che offusca e oscura l’immensa Vita di cui siamo parte e che generosa pulsa intorno a noi, dono di Lui e del Suo immenso Amore.

Scientificamente, la Volontà che promana dalle dimensioni più elevate dell’esistenza inonda il mondo delle qualità e dei valori che vibra elaborando un’adeguata risposta e dando un colore specifico all’impressione ricevuta. La qualità così elaborata s’imprime nel mondo della forma o delle apparenze che reagisce con una nuova specifica vibrazione, adatta a esprimere nella maniera migliore possibile l’impulso ricevuto, imprimendolo nuovamente negli atomi di materia e negli aggregati che compongono forme e apparenze.

Fratello Sole e sorella Luna, Madre Terra con frutti, prati e fiori, il Fuoco e il Vento, l’Aria e l’Acqua pura, tutte le Creature non sono altro che risposte diverse all’unico Proposito, Qualità differenti di Energia che esprimono e trasmettono l’Amore che incessantemente ricevono dalle sfere sublimi della Vita. Qualcuno finge di non saperlo. E agisce per degradare, spegnere e obliare questa Fratellanza fondamentale.

Nei testi di psicologia esoterica è scritto pure che “ Il Fuoco elettrico della Volontà e il Fuoco solare dell’Amore, cooperando con il Fuoco per Attrito, producono il mondo delle forme create e creative”*. È un gioco di energie e di forze, è una comunione feconda che genera ininterrottamente i mondi dell’esistenza formale, consentendo una creazione continua.

La risposta della Sostanza universale toccata dall’incidenza del Proposito divino corrisponde esattamente alla Volontà d’amare e immancabilmente si manifesta come Amore, con tutte le sfumature delle correnti di Forza che percorrono l’Universo e che interagiscono continuamente nello Spazio infinito, immenso o minuscolo che sia. Quest’onda lunga, questa vibrazione che somiglia a un fremito di gioia coniugale, precede “il processo creativo di costruzione della forma” e genera le Sette Energie che fluiscono dal punto di contatto o d’incidenza della Volontà divina sulla Sostanza: ciascuna porta un modus vivendi e operandi dell’Amore e insieme operano per “il compimento finale del proposito latente e non rivelato”*.

Lo studio dei sette tipi di Raggio permette la comprensione delle energie che qualificano la psicologia umana e che dunque danno un colore preciso a pensieri, parole e opere, producendo così tutte le forme della nostra esistenza, interiori ed esteriori. E la creazione continua…
Certo la Purezza del proposito iniziale deve attraversare e trasformare tutte le impurità della materia prima di riuscire a brillare in tutto il suo nitore. Da questo lungo viaggio emerge la sintesi delle energie che caratterizza tutta la nostra esperienza e che si chiama coscienza. Quanto più consapevole e pura è la nostra risposta alle richieste della Vita, alle sue Qualità e alle Forme che ne possono scaturire, tanto più ci avviciniamo alla realizzazione del processo e del fine emanato dalla Volontà iniziale, tanto più portiamo a compimento l’Amore che inonda tutta la creazione. Dolce sentire…

Eppure il mondo sembra andare a rovescio… forse chi rema contro la Vita non se n’è accorto, ma chi spinge al contrario rischia un ruzzolone cosmico. Impossibile non accorgersi delle grida assordanti di una catastrofe che travolgerà l’arroganza e la falsità e griderà sui tetti la Verità. Unica e Assoluta.
Appartenere all’uno o all’altro dei Sette Raggi nella nostra umanità, vorrà dire allora incarnare la propria nota e sapersi accordare alle altre nel meraviglioso cantico di tutte le creature, che è un cantico d’Amore.
Laudato sii

*Trattato dei Sette Raggi, primo volume- Alice A. Bailey – ed. Nuova Era

Salva

Salva

Ti potrebbe interessare

Giovanna Spinelli

Giovanna Spinelli

Nata a novembre del 1952 a Lizzano (TA). Terminati gli studi magistrali ha frequentato a Firenze l’Università Internazionale d’Arte. Ha insegnato 22 anni nella scuola pubblica, prima a Padova e poi nella provincia di Taranto. Ha frequentato la scuola Energheia a Modena e attualmente è insegnante nella sede di Lecce, in Puglia. Nel 2003 ha fondato l’associazione INFINITO con l’intento di promuovere una sinergia nel campo educativo per orientare ogni sforzo verso l’affermazione di una visione che unifichi e non disperda le risorse della famiglia e della scuola, potenziando e non frammentando la loro funzione evolutiva. Il suo lavoro è tuttora dedicato alla crescita dei bambini e degli adulti.