humanlux

La Scienza dello Yoga è la Scienza della Vita

la scienza dello yogaSono ormai vent’anni che vivo dentro il mondo dello Yoga e ne ho viste abbastanza da farmi un’idea di cosa si trova in giro come “crescita personale.” Ovvio che tiro l’acqua al mio mulino: http://www.yogavitaesalute.it/scuola-energheia , ma in giro ci sono veramente pochi percorsi che possono sostenere il calibro della scuola in cui insegno. Oltre all’aspetto pragmatico e la profondità dello studio che si affronta nei tre anni (anche senza studiare troppo, ahimè…), c’è una cosa che mi sospinge a continuare ad insegnare, ed è il fatto che chi percorre questi tre anni diventa più buono, più bello e più vero.

Non sto scherzando, sono tre qualità che sono collegate dal filo della comprensione delle dinamiche della personalità. Chi approda ad Energheia, cambia il suo modo di vedere la vita e di essere nella vita. Un po’ alla volta e con tanta fatica, si riesce ad avere la forza di andare in fondo a se stessi, toccando anche le parti più oscure, disattivandole e trasformando ciò che resta nascosto e gretto all’interno della nostra coscienza.

Ce lo ricorda anche il più grande psichiatra dell’ultimo secolo, Roberto Assagioli:

“Conosci te stesso, possiedi te stesso, trasforma te stesso.”

Facile fare New age, sparando sentenze (quanto l’ho fatto anch’io..), e credere di avere trovato la pietra filosofale in un corso di un week end, dove hanno tutte le risposte a tutti i perché di una vita intera… che presunzione! Nessuno ci può togliere la fatica di assaggiare l’odioso veleno che abbiamo prodotto in un rapporto per anni, l’invidia che abbiamo silentemente nutrito, e magari, anche, ci tocca contattare nel prossimo lo stesso astio che per anni ci ha alimentati, allontanandoci dall’altro, quell’altro che ora assomiglia tanto a ciò che eravamo e che siamo ancora…

Il vero percorso spirituale t’insegna a stare più zitto, a respirare (ma non perché fai pratiche di pranayama) ma perché ti soffermi, attendi e osservi con gli occhi della vita e non con la tua distruttiva supponenza. Così, piano piano s’inizia ad accettare che la vita si muove precisa e forte, dentro e fuori di noi; s’impara a digerire ogni esperienza, in quanto prodotta dalla nostra coscienza per darci la possibilità di imparare ad essere liberi e a nutrire la pace del cuore.

Non conosco una scienza più esatta e imparziale. Scevra da qualsiasi attaccamento, la Scienza dello Yoga ti insegna a stare dritto sulle tue gambe, a sacralizzare il tuo compito, a non sminuirlo, ma neanche a sopravvalutarlo, cercando di essere uomo, nell’accezione più alta che c’è.

Sono orgogliosa, anche nell’immensa fatica, di essere parte di un disegno che sostiene la scientificità dell’amore, in ogni sua manifestazione.

La Bhagavad-Gita, nella sua estrema chiarezza ci sintetizza, in solo tre righe, il percorso verso la vera felicità:

“Ben saldo nello yoga, compi le opere tue, o possessore della ricchezza, dopo aver messo da parte l’attaccamento, con la stessa disposizione d’animo rimanendo, nel successo e nella sconfitta: la mente in equilibrio (continuo) di indifferenza ha il nome di yoga.”

La Bhagavad-Gita Cap.II, sloka 48

Salva

Donatella Donati

Donatella Donati

Donatella Donati nasce a Imola il 31/05/1974. Fin dalla giovane età si interessa di libri, musica e tutto ciò che ruota attorno al mondo del naturale. Si laurea in Tecniche Erboristiche, presso la facoltà di Farmacia dell'Ateneo di Bologna con una tesi sperimentale sulla radioattività naturale e artificiale delle piante officinali. Per diversi anni lavora come erborista, intervallando questo lavoro ad alcuni anni nei quali ricopre il ruolo di informatore medico scientifico per la ditta erboristica Arcangea. Durante questi anni frequenta anche la Facoltà di Lettere e Filosofia, dove intraprende il ramo di studi in Filosofia della Scienza. Sempre attratta dalla connessione che esiste tra la scienza e le energie sottili, s’iscrive alla scuola per terapeuti esoterici Energheia, dove, attualmente, ne ricopre il ruolo di insegnante presso la sede di Padova. Inoltre, scrive sulla rivista “Il Discepolo” dove cura una sezione di Fitoterapia Energetica. La sua esperienza e l'amore per le piante, l'hanno portata a formulare, insieme a Massimo Rodolfi, la linea fitoterapica Exalux ed è coautrice del libro: "Exalux, erbe di Luce”. Scrive sul portale Yogavitaesalute nella sezione Scienza e Tecnologia. Ha gestito diversi campi estivi per i bimbi nella città di Imola, dove ha fatto percorsi di yoga alle scuole d'infanzia e corsi di zoo antropologia didattica in diverse classi delle scuole primarie (in collaborazione col Canile di Imola) con il suo amato Bubu. Insegna meditazione e fa consulenze di fitoterapia energetica presso il centro Amida a Toscanella di Dozza, Bologna.
Tags: , ,
Responsive Menu Clicked Image
Apri il menu