I pilastri dello Yoga: meditazione ed ascolto di sé

I pilastri dello Yoga: meditazione ed ascolto di sé

Per comprendere la coscienza umana e le leggi dell’esistenza, sono necessarie due cose. In primo luogo bisogna imparare a meditare. La meditazione è uno strumento essenziale per fornire una condizione basilare di equilibrio sia fisico che emotivo. Può farci dominare la mente, ed è il punto cardine di ogni trasformazione spirituale.

In secondo luogo bisogna divenire consapevoli dei veri moventi della propria coscienza, per procedere all’integrazione delle varie ‘forze’ della personalità, che è il vero obiettivo dello yoga (stato di unione o coerenza di tutto ciò che compone l’essere umano).

L’esperienza quotidiana diviene il banco di prova, sul quale, continuamente, viene verificata la nostra pratica dello yoga. Non esistono più eventi da ‘subire’, ma vita da comprendere, mentre diveniamo consapevoli delle scelte che continuamente possiamo e dobbiamo fare, in una realtà che ci vede sempre più protagonisti delle nostre azioni.

È indispensabile cominciare a rendersi conto del fatto che le motivazioni del proprio agire risiedono in gran parte all’interno della propria coscienza.

Se cominciamo ad ascoltarci veramente, non sarà così impossibile realizzare che molto spesso ‘siamo qua eppure non siamo qua’.

Possiamo facilmente comprendere che il clima della nostra vita, e gran parte degli stati emotivi e mentali che ci accompagnano, oltre al modo con il quale ci rapportiamo con gli altri e con la realtà, non dipendono semplicemente da eventi che subiamo, ma preesistono a quegli stessi avvenimenti.

Volgere la percezione a se stessi, iniziando ad osservare e ad ascoltare le pulsioni che ci sospingono in attività, oltre alle reazioni emotive e mentali che abbiamo nei confronti degli avvenimenti, è il modo che abbiamo per comprendere realmente ciò che ci motiva.

Questo è anche il modo per iniziare ad applicare scientificamente e consapevolmente le forze adeguate a modificare il nostro modo d’essere, volgendolo da distruttivo, incoerente e fonte di sofferenza, a creativo e fonte di gratificazione.

Per informazioni: Roberto Rovatti
cell. 347 3930476    sede.modena@scuolaenergheia.it

Informazioni

L'evento si svolgerà il 21/03/2017 alle ore 20:30 - 22:00 presso Draco Edizioni, Via de’ Gavasseti, 241, Modena

Sto caricando la mappa ....