humanlux
agnihotri_scuola_meditazione

Logo-Agni-oro_bassa_2

La scuola che ti accompagna e ti fa crescere nel tuo cammino evolutivo, dai primi passi nel campo della meditazione, alle più antiche e veritiere tecniche di guarigione della coscienza, dalla conoscenza del Raja Yoga, lo yoga supremo, al percorso formativo del terapeuta esoterico. Agnihotri ti da tutti gli strumenti necessari per comprendere e guarire la tua vita e far si che tu possa divenire ‘luce’ per chi cerca la via di uscita dal buio della sofferenza. Lo Yoga serve per avere gli strumenti per capire la Vita e trovare quella Salute che solo l’armonia interiore può dare.

C’era una volta, e c’è ancora, Atman, associazione per lo studio del Raja Yoga e dell’esoterismo, che dal 1994, ormai da diciotto anni, è un serio punto di riferimento in Italia per la conoscenza e la pratica dello yoga e di tutto ciò che serve a comprendere e trasformare la propria coscienza. C’era una volta, e c’è ancora, Energheia, la prima scuola italiana per terapeuti esoterici, che dal 1996, da sedici anni, forma persone che vogliono veramente prendersi cura di sé e degli altri. Oggi c’è anche la Draco Edizioni e la rivista esoterica Il Discepolo, nate per codificare e diffondere l’esperienza di questo lungo periodo, per poter servire ancora meglio una umanità allo sbando in questo periodo di grande crisi. Tutto ciò è diventato ora una vera e propria scuola: Agnihotri, I Custodi del Fuoco, Il Sentiero di Guarigione del Guerriero del Fuoco – Scuola di Yoga, Vita e Salute, che è strutturata come un percorso completo, in grado di accompagnare il ricercatore, dai suoi primi passi sul Sentiero della conoscenza di sé, fino alla consapevolezza diretta delle realtà più profonde dell’esistenza. Ed infine, adesso è attivo questo nuovo portale sul web, denominato Yoga, Vita e Salute, il quale, oltre a contenere tutti i riferimenti alle attività già esistenti, proporrà discussioni su un ampio panorama di argomenti, di grande attualità, sulle quali offriremo il punto di vista proprio di chi ricerca l’innocuità come regola di vita. Agnihotri rimane comunque il cuore e il motore di tutta questa vasta attività, perché è grazie a questa scuola che diffondiamo nel mondo strumenti efficaci di consapevolezza, amore ed innocuità, che sono l’unica vera base possibile di una vita vissuta con gioia ed armonia.

A te che stai cercando il sentiero che porta al tuo cuore, finalmente l’hai trovato. Riposa un momento, prima della battaglia finale, ascolta il dolce e tremendo silenzio dell’alba che viene. Già si vede il chiarore che annuncia il possente rombo del fuoco, all’erta cavaliere, ciò che devi sconfiggere è dentro di te. Trovato che avrai il segreto del Graal, si accenderà la tua fiamma nel luogo segreto, e così sarai degno di servire i fratelli. Che il tuo fuoco risuoni col fuoco che viene, il tempo dell’incertezza è finito, scansatevi, o tiepidi, questo è Il Sentiero di Guarigione del Guerriero del Fuoco.

La Pietra Focaia sta scoccando la scintilla, però il Fuoco, per accendersi, ha bisogno di sentire il battito del Cuore. Siano i vostri Cuori a risuonare, perché voi siete la Materia che deve essere plasmata, siete la Legna che serve per il Fuoco. Vi siete asciugati al sole di mille vite e ora siete pronti a offrire ciò che resta al Sole della Vita. Il Tamburo batte lento il suo ritmo e ci incalza da lontano, come fare a non sentirlo? Volgiamoci a Oriente perché presto sorge il Sole; nel silenzio del mattino che ora giunge, sentiremo il calore sulla faccia e il calore dentro al cuore. Restiamo, per guadagnare la giornata, perché i campi ritornino a imbiondire, maculati del rossore dei papaveri, e perché i bambini calpestino le messi col loro peso leggero. Restiamo, per amore e compassione, restiamo, per la fiamma dentro agli occhi, restiamo. Restiamo per favore, perché pochi sono quelli con la fiamma dentro al cuore. La Dolce Forza Penetrante ci sostenga fino a sera, fino a quando, volti a Occidente, grideremo a una voce la giornata è nostra e la Porta è sbarrata.
Vi saluto futuri Custodi del Fuoco, fate penitenza nella notte che precede, perché duro è Il Sentiero di Guarigione del Guerriero del Fuoco. Breve è la salita, ma procede tra crepacci e burroni. Il Fuoco però non ci abbandonerà mai e, anche se giungeremo alla vetta di notte, dolce sarà attendere il mattino al chiarore della fiamma. Che le paure brucino, che gli sguardi si levino, il cuore non arretri di un passo. Misuriamo le nostre vite, Fratelli, per la gioia e per la pace, andiamo.

Responsive Menu Clicked Image
Apri il menu